I consigli – Dolore testicolare, epididimo

A cura del Dr. Andrea Salonia
urologo e andrologo, direttore di URI-Urological Research Institute dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano

Il dolore testicolare è una problematica molto comune nell’uomo, può insorgere a qualsiasi età e può essere conseguenza di numerose situazioni patologiche che interessano il testicolo stesso oppure in maniera riflessa il sacco scrotale (per esempio infiammazioni anali, calcolosi dell’uretere, ernie inguinali).

Il dolore primariamente testicolare può essere conseguenza di numerose condizioni: dalle infiammazioni dovute ad un trauma, alle infezioni, dalla banale costrizione in un indumento troppo stretto fino al tumore testicolare (che comunque risulta spesso asintomatico). Un trauma nella zona testicolare spesso produce un dolore intenso, che si risolve in poco tempo, senza complicazioni. Altre cause comuni di dolore testicolare sono la torsione di un testicolo all’interno dello scroto, l’epididimite (infiammazione a carico dell’epididimo – cioè la ghiandola posta al disopra e dietro al testicolo – spesso dovuta a infezioni, tra cui malattie sessualmente trasmesse), il varicocele (dilatazione delle vene del testicolo, talvolta associato a un dolore di tipo gravativo, come da pesantezza costrittiva all’emiscroto) e l’orchite (infiammazione di uno o entrambi i testicoli).

In genere, un dolore acuto a improvvisa insorgenza è associato a infezioni o posizioni anomale assunte dal testicolo, fino alla torsione del testicolo sul proprio asse (con dolore che diventa tanto importante da rappresentare una emergenza urologica. Quando invece si presenta gradualmente, con un dolore persistente o intermittente, può suggerire la presenza di epididimite o il sempre più frequente dolore scrotale cronico idiopatico. Quando il dolore è prolungato e non c’è una causa specifica è necessario prestare attenzione al sintomo e parlarne tempestivamente con il proprio medico, poiché potrebbe essere collegato a patologie come la neuropatia diabetica o – sebbene molto più raramente – il tumore.

La causa principale di dolore scrotale (generalmente attribuito al testicolo) è una infiammazione dell’epididimo (chiamata epididimite) i cui sintomi sono dolore e il gonfiore locale. Le epididimiti sono causate nella maggior parte dei casi da un’infezione batterica o da una malattia sessualmente trasmessa. Le cisti dell’epididimo sono condizioni benigne piuttosto frequenti, raramente condizionanti dolore acuto a livello testicolare/scrotale. Quando di grandi dimensioni possono dare sensazione di fastidio cronico.

Per ridurre il dolore nei casi lievi e transitori potrebbe essere utile l’utilizzo di farmaci antinfiammatori e l’applicazione di impacchi freddi. Il consiglio è di evitare abiti troppo aderenti che possono favorire l’infiammazione dell’area perché calore e umidità sono inoltre nocivi alla salute dell’apparato riproduttivo.
Per alleviare il dolore testicolare bisogna però chiedere consiglio al medico di famiglia o un consulto ad uno specialista.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*