I semi di chia: amici del cuore

postato da Nicoletta Carbone il 22.05.2013
22

Ormai è risaputo. A tavola ci si può e ci si deve curare. La natura ci offre diverse possibilità che spesso non sappiamo cogliere perché disattenti o perché non sufficientemente informati. Tra le meraviglie della natura troviamo dei semi quasi miracolosi: i semi di Chia. Originari dell’America centrale, nell’antichità i semi di CHIA erano considerati “magici” e la mitologia narra che gli Aztechi traessero da essi la forza per affrontare e vincere le loro battaglie: in lingua maya “chia” significa “forza”! racchiude macronutrienti e micronutrienti in grande quantità, soprattutto se si tiene conto delle piccole dimensioni del seme. Si possono utilizzare per condire zuppe, insalate o ricavare farina con la quale preparare diversi preparati.

Per quanto riguarda i macronutrienti il seme non si fa mancare niente: è un serbatoio di carboidrati, proteine e lipidi, oltre che di fibre solubili e insolubili.
Nel seme di Chia ci sono tutte gli aminoacidi, compresi quelli essenziali, cioè quegli aminoacidi che il corpo umano non riesce a sintetizzare e che quindi deve introdurre necessariamente dall’esterno tramite il cibo: per questo è un ottimo ingrediente alimentare per gli stati di convalescenza ma anche per gli sportivi, per aiutarli ad aumentare la massa magra e migliorare le performance. Utilissimi  per integrare le diete vegeatriane spesso carenti di alcuni aminoacidi essenziali.

Il seme di Chia ha un basso indice glicemico per cui è consigliato ai diabetici o in tutti i regimi alimentari per contrastare il sovrappeso.
Ma una delle caratteristiche nutrizionali più importanti di questi semi è il suo contenuto in acidi grassi omega 3. Questi grassi sono normalmente molto difficili da trovare al di fuori dei prodotti ittici ( ne è ricco il pesce azzurro). Quindi i semi di chia si pongono come valida alternativa alle tradizionali fonti. Tali grassi sono fondamentali per il mantenimento della salute, per questo sono uno dei pochi ingredienti certificati per avere dimostrati benefici sul cuore. Negli Usa, infatti, già dal 2004 sono stati definiti con lo status di “presidio qualificato per la salute”, poichè ci sono prove sufficienti a ritenere che gli Omega 3 abbiano un effetto positivo sull’organismo e riducano il rischio di disturbi cardiaci.
Quindi iniziamo a nutrire il nostro cuore e la nostra salute introducendo i Semi di Chia nella nostra alimentazione.

A cura del Dr. Massimo Gualerzi, Cardiologo della fondazione Don Gnocchi di Parma

L’echinacea

postato da Nicoletta Carbone il 12.02.2013
12

Secondo una recente ricerca, il consumo quotidiano di rimedi a base di echinacea potrebbe contribuire ad evitare il comune raffreddore.

L’Echinacea è un genere di pianta erbacea perenne della famiglia delle Asteraceae, originarie del Nord America, dalle cui radici si ottengono estratti per la cura delle malattie da raffreddamento. Esistono diverse specie di echinacea, tra quelle importanti dal punto di vista fitoterapico c’è l’Echinacea purpurea.

Diversi studi precedenti hanno suggerito che, l’echinacea, è in grado di ridurre la gravità e la durata del raffreddore, ma, ad oggi, vi sono solo elementi di prova molto limitata che suggeriscono un reale beneficio nella prevenzione della malattia.

Lo studio clinico, condotto da ricercatori inglesi e pubblicato sull’Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine, ha indagato sui rischi ed i benefici dell’estratto di Echinacea purpurea nella prevenzione del comune raffreddore.

I ricercatori, guidati dal Professor Ronald Eccles, della Cardiff University (Gran Bretagna), hanno condotto uno studio clinico multicentrico, in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo, su 717 partecipanti sani di entrambi i sessi. I pazienti sono stati divisi a caso ed hanno ricevuto o 25 gocce di un estratto di Echinacea purpurea coltivata (95% pianta 5% radici) o un placebo (acqua), per tre volte al giorno durante quattro mesi.

I risultati hanno mostrato che tre dosi giornaliere del rimedio a base di echinacea assunte per quattro mesi riducevano la probabilità di sviluppare le malattie da raffreddamento, oltre a ridurre la durata della malattia in media del 26%. Sorprendentemente, l’estratto ha mostrato maggiore efficacia nelle infezioni ricorrenti, cioè nelle persone con un sistema immunitario più debole, riducendo gli episodi ricorrenti di raffreddore del 60%.

Un’altra conclusione molto importante di questo recente studio è che, anche dopo l’utilizzo di Echinacea per 4 mesi, non si sono verificati eventi avversi con Echinacea rispetto al placebo e la tollerabilità si è rivelata decisamente buona.

I ricercatori spiegano: “Il trattamento profilattico con Echinacea per oltre 4 mesi sembra essere utile per molti motivi. Nel complesso, questo studio clinico ha suggerito che il trattamento a lungo termine con Echinacea purpurea per più di 4 mesi può essere consigliato”.

A cura del Dott. Marco Temporin, Medico Chirurgo.

L’aiuto naturale contro l’ambrosia

postato da Nicoletta Carbone il 26.09.2012
26

Tra fine estate e inizio autunno fiorisce l’ambrosia (Ambrosia artemisiifolia) e settembre è il mese più “caldo”, come sanno bene i sempre più numerosi italiani allergici a questa pianta originaria degli Stati Uniti. Per contrastare naturalmente rinite, congiuntive e altre manifestazioni che i pollini dell’ambrosia trasportati dal vento possono provocare si può fare ricorso a… un’altra pianta: la perilla o basilico della Cina (Perilla frutescens). La perilla ha infatti la capacità di modulare istamina e anticorpi IgE implicati nelle allergie. Il merito è dell’olio estratto dai suoi semi, molto ricco di acidi grassi polinsaturi e flavonoidi antinfiammatori. Questo rimedio “verde” è indicato anche in ogni altra allergia, che riguardi pollini (di graminacee, parietaria ecc.) o allergeni di diverso genere (acari, muffe, nichel ecc.). Di norma si assumono 1 o 2 perle di olio di perilla 2 o 3 volte al giorno.

A cura del Dott. Luca Avoledo

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud