Orata al forno all’erba cipollina con radicchio, rucola e grano saraceno al coriandolo

postato da Nicoletta Carbone il 26.04.2012
26

Ingredienti per 2 persone

  • 1 orata (eviscerata)
  • 100-150 g di radicchio, pulito e tagliato a striscioline
  • 80 g di rucola, spezzettata
  • 150 ml di vino bianco secco
  • La scorza di un limone (biologico) tagliata a fettine
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 scalogno affettato finemente
  • 1 carota tagliata a julienne
  • 1-2 cucchiai di erba cipollina tagliata finemente
  • 1 cucchiaino (scarso) di coriandolo in polvere
  • Alcune bacche di ginepro
  • Semi di zucca per decorare

Lavate bene l’orata, asciugatela con carta da cucina e lasciatela marinare per circa un’ora nel vino bianco con la scorza di limone e le bacche di ginepro. Cuocete il grano saraceno come indicato nella confezione. Scolatelo, passatelo sotto il getto dell’acqua fredda e tenete da parte. Sgocciolate il pesce dalla marinata, adagiatelo in una teglia rivestita con carta forno e infornate a 180°C per 40-45 minuti, irrorando di tanto in tanto con la marinata.
In una ciotola mescolate un cucchiaio d’olio con l’erba cipollina e lasciate riposare (insaporire) a temperatura ambiente. Soffriggete dolcemente lo scalogno e l’aglio in un cucchiaio d’olio, unite il radicchio e cuocete per pochi minuti bagnando con acqua tiepida se necessario. Aggiungete il grano saraceno e il coriandolo in polvere (stemperatelo bene nel fondo di cottura) mescolate e proseguite la cottura per un pochi minuti. Spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e tenete in caldo. Pulite l’orata, adagiate i filetti nei piatti, condite con l’olio all’erba cipollina, accompagnate con il grano saraceno e il radicchio, distribuite la rucola e la julienne di carote e decorate con i semi di zucca. Servite subito.

I consigli di Nicoletta Carbone

Questa ricetta ha un gusto inimitabile!
Il radicchio e la rucola donano un aroma leggermente amaro che ben si armonizza con il sapore delicato dell’orata e della carota. Il grano saraceno solletica le papille gustative con la sua tipica fragranza di nocciola e i semi di zucca danno una piacevole nota di “croccantezza”. Il grano saraceno non è un cereale, benché abbia caratteristiche nutritive simili agli altri membri di questa numerosa famiglia. In realtà è il seme di una pianta imparentata con il rabarbaro. E’ un alimento che suscita l’interesse dei ricercatori perché è ricco di minerali (manganese, rame e zinco), ha un basso apporto di lipidi (rappresentati da grassi monoinsaturi e quindi benefici per il nostro organismo), è ricco di fibre solubili (come quelle dell’avena) che aiutano a mantenere sane le mucose intestinali e contribuiscono a tenere sotto controllo i livelli ematici di colesterolo e infine contiene quantità interessanti di polifenoli, in particola di rutina, una sostanza ad azione antiossidante che migliora le funzioni dell’apparato cardiocircolatorio.

Il radicchio

postato da Nicoletta Carbone il 15.11.2011
15


Dieci e forse più, le varietà di radicchio.
Variopinte, tenere, e croccanti: un’oasi di freschezza provvidenziale e un prezioso alleato della nostra salute.

Pochi gli zuccheri, poche le proteine, quasi nulli i grassi: non si può chiedere molto ad un mazzetto di foglie delicate. Contiene però una buona quantità di potassio, betacarotene e vitamina C, un poco di calcio e di vitamina B2 e quantità non trascurabili di ferro e di fibra alimentare. Aggiungiamo che è digestivo e, secondo alcuni, disintossicante per fegato, reni e intestino. Si sposa bene con altri cibi grazie al suo sapore amarognolo. Si giustificano così gli sforzi millenari di generazioni di orticoltori che ne hanno selezionato tante varietà diverse e che dedicano molto tempo alla “forzatura”, un procedimento che consiste nel coltivare le piantine in terreno per poi raccoglierle, privare quasi completamente le radici delle foglie per farle ricrescere al buio, ricoperte da vari materiali, ottenendo nuove foglie chiare e croccanti. Di alcune varietà si utilizzano anche le radici, carnose e tenere, che si possono consumare crude o cotte e che sono gli ingredienti base dei surrogati del caffè.

Il radicchio contiene in media:

La stessa quantità di calcio delle verze
1/3 del ferro degli spinaci e dei fagioli
Poco meno del potassio delle banane
Un decimo del betacarotene delle carote
1/6 della vitamina C delle fragole
Il triplo della vitamina B2 dei pomodori

Insalata di radicchio e mele con nocciole e semi di lino:

Per 4 persone

400 g di radicchio pulito e tagliato a striscioline
1-2 mele verdi biologiche, non sbucciate e tagliate a dadini
3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di aceto balsamico
2-3 cucchiai di nocciole tritate
2 cucchiai di semi di lino

Distribuire il radicchio in 4 piatti, adagiare le mele, condire con l’olio e l’aceto balsamico e decorare con le nocciole e i semi di lino.

A cura della Dott.ssa Paola Reverso, medico nutrizionista e presidente dell’associazione “Il me + te”.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud