Pressione ed estate

postato da Nicoletta Carbone il 02.07.2012
02

Spesso con l’innalzarsi delle temperature, d’estate è possibile ridurre il dosaggio dei farmaci antipertensivi e talvolta anche sospenderli. La cosa va sempre coordinata con il proprio medico, ma per aiutare una possibile riduzione, si possono scegliere tra gli alimenti ed usare con abbondanza albicocche, patate bollite (da usare magari al posto del pane) e spremute. Sono tutti alimenti ricchi di potassio, che possono aiutare a tenere più stabile la pressione. Come i sali di potassio fanno molto bene, i sali di sodio possono peggiorare la situazione. Se ne trovano in grande quantità in molti cibi usuali: pane, crackers, grissini, biscotti, formaggi di qualunque tipo, biscotti, dolci da forno, torte, salumi e dado da brodo. Iniziare a guardare quei cibi con distacco può veramente contribuire ad un miglior controllo, anche solo con l’alimentazione, dei problemi pressori.

A cura del Dott. Attilio Speciani, specialista in allergologia e immunologia clinica

Crampi frequenti

postato da Nicoletta Carbone il 23.02.2012
23


Tutti capiamo un crampo dovuto a uno sforzo eccessivo, ma in molte situazioni questi si presentano senza alcuna causa apparente e possono invece essere causati da uno squilibrio nella presenza di Potassio, Calcio e Magnesio nell’organismo. Nelle persone più avanti negli anni è possibile che questo sia dovuto all’interferenza di alcuni farmaci, come quelli per l’ipertensione, per l’osteoporosi e per il colesterolo. Anche digitale, diuretici o cortisonici possono contribuire a questo squilibrio. Una integrazione di Potassio e di Magnesio è spesso sufficiente a ridurre la comparsa di questi fenomeni, ricordando però che il Magnesio si consuma nell’organismo per un eccesso di cibi salati e per l’uso abbondante di latticini (in particolare formaggi). Prima allora di usare farmaci, ridurre nella propria alimentazione i cibi ad alto contenuto salino, come pane, crackers, biscotti, brioches, formaggi, salumi, insaccati, scatolame e snacks di ogni genere può contribuire a risolvere spontaneamente il problema regalandoci anche un’alimentazione più sana.

A cura del Dott. Attilio Speciani, specialista in Allergologia e Immunologia clinica

Il radicchio

postato da Nicoletta Carbone il 15.11.2011
15


Dieci e forse più, le varietà di radicchio.
Variopinte, tenere, e croccanti: un’oasi di freschezza provvidenziale e un prezioso alleato della nostra salute.

Pochi gli zuccheri, poche le proteine, quasi nulli i grassi: non si può chiedere molto ad un mazzetto di foglie delicate. Contiene però una buona quantità di potassio, betacarotene e vitamina C, un poco di calcio e di vitamina B2 e quantità non trascurabili di ferro e di fibra alimentare. Aggiungiamo che è digestivo e, secondo alcuni, disintossicante per fegato, reni e intestino. Si sposa bene con altri cibi grazie al suo sapore amarognolo. Si giustificano così gli sforzi millenari di generazioni di orticoltori che ne hanno selezionato tante varietà diverse e che dedicano molto tempo alla “forzatura”, un procedimento che consiste nel coltivare le piantine in terreno per poi raccoglierle, privare quasi completamente le radici delle foglie per farle ricrescere al buio, ricoperte da vari materiali, ottenendo nuove foglie chiare e croccanti. Di alcune varietà si utilizzano anche le radici, carnose e tenere, che si possono consumare crude o cotte e che sono gli ingredienti base dei surrogati del caffè.

Il radicchio contiene in media:

La stessa quantità di calcio delle verze
1/3 del ferro degli spinaci e dei fagioli
Poco meno del potassio delle banane
Un decimo del betacarotene delle carote
1/6 della vitamina C delle fragole
Il triplo della vitamina B2 dei pomodori

Insalata di radicchio e mele con nocciole e semi di lino:

Per 4 persone

400 g di radicchio pulito e tagliato a striscioline
1-2 mele verdi biologiche, non sbucciate e tagliate a dadini
3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di aceto balsamico
2-3 cucchiai di nocciole tritate
2 cucchiai di semi di lino

Distribuire il radicchio in 4 piatti, adagiare le mele, condire con l’olio e l’aceto balsamico e decorare con le nocciole e i semi di lino.

A cura della Dott.ssa Paola Reverso, medico nutrizionista e presidente dell’associazione “Il me + te”.

Le ciliegie

postato da Nicoletta Carbone il 30.05.2011
30

Le ciliegie sono dei piccoli frutti dalla forma rotonda, dal sapore dolce e dai colori svariati. La ciliegia è ricca di flavonoidi utili contro i radicali liberi. Risulta essere molto dissetante. E’ Inoltre contiene buone quantità di fibre, potassio, calcio, fosforo e vitamine A e vitamina C. Il frutto fresco, consumato a digiuno serve a depurare l’organismo, ottimo in caso di stipsi. Grazie all’equilibrio tra acidi e sali minerali,  ad esempio l’acido malico, favorisce la digestione degli zuccheri e l’attività del fegato. La sua polpa è un rivitalizzante della pelle del viso e si può usare per questo scopo o sottoforma di maschera o seguendo per un periodo una cura alimentare con questo frutto. E’ anche molto conosciuta la “cura della ciliegia” che viene proposta per lenire disturbi articolari dovuti ad un eccesso di acido urico (gotta). La ciliegia è anche un ottimo tonico, diuretico, lassativo e ha un ruolo anticarie grazie ad alcuni elementi presenti nella buccia. Ma non viene usato solo il frutto,  i peduncoli dei frutti fatti essiccare, vengono usati come decotto drenante. La ciliegia oltre ad essere mangiata fresca, è molto utilizzata anche in cucina come base per marmellate, come decorazione di torte, ma anche per accompagnare cibi salati. Inoltre le ciliegie sono utilizzate per produrre un vino aromatizzato che si accompagna benissimo con i dolci al cioccolato; o si possono mettere sotto spirito, ma per i più golosi, basta tuffarle nel cioccolato fondente fuso.

A cura del Dott. Marco Temporin, Medico Chirurgo, Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud