Fonti alternative, adeguate e salutari di calcio. Non solo latte

postato da Nicoletta Carbone il 14.10.2013
14

In alcune culture il consumo di latte è sconosciuto, e questi popoli tipicamente assumono una media di 175-475 milligrammi di calcio al giorno. Nonostante ciò, queste popolazioni evidenziano bassi tassi di osteoporosi. Molti ricercatori sostengono che l’esercizio fisico e altri fattori influenzino maggiormente la comparsa di osteoporosi di quanto non sia in grado di fare la sola quantità di calcio della dieta. Il calcio viene perso continuamente attraverso le urine, le feci e il sudore, e queste perdite vengono reintegrate attingendo ai depositi di calcio nell’osso, che cede quindi calcio in continuazione. Il calcio immagazzinato nell’osso viene poi reintegrato con quello alimentare. Il fabbisogno di calcio cambia nel corso della vita. Durante l’infanzia e l’adolescenza è estremamente importante garantire adeguate assunzioni di calcio. Fino ai 30 anni circa, le perdite di calcio sono generalmente inferiori alle quantità assunte. Dopo questa età, l’organismo entra in una situazione di “bilancio negativo del calcio”, il che significa che le ossa iniziano a perdere più calcio di quello che riescono a fissare. Quando viene perso troppo calcio, le ossa diventano fragili od “osteoporotiche”. Il ritmo al quale il calcio viene perduto dipende, in parte, dal tipo e dalla quantità delle proteine della dieta e da alcune abitudini dello stile di vita.

Come ridurre le perdite di calcio:

Ecco i principali fattori che condizionano le perdite di calcio dall’organismo:

·         Le diete ad elevato contenuto di proteine aumentano le perdite di calcio con le urine. Le proteine animali sono responsabili di perdite di calcio molto maggiori rispetto alle proteine vegetali.

·         La caffeina aumenta le perdite di calcio con le urine.

·         Le diete ricche di sodio aumentano le perdite di calcio con le urine.

·         Le diete povere di Potassio aumentano le perdite di calcio.

·         L’alcol inibisce l’assorbimento intestinale di calcio.

·         L’esercizio fisico rallenta la perdita di tessuto osseo ed è uno dei più importanti fattori per la salute dell’osso.

Le fonti naturali e salutari di calcio

·         L’esercizio fisico e una dieta a moderato contenuto di proteine aiutano a mantenere forti le ossa.

·         Le migliori fonti vegetali sono:  Broccoli, Mandorle, Semi di Chia, Legumi, Arance, Melassa, Quinta, Semi di lino, Spinaci, Cavolo e Sesamo .

·         Le acque minerali ad elevato contenuto di calcio (oltre 300 mg/L) e povere di sodio (inferiore a 50 mg/L) costituiscono un’ottima fonte di calcio supplementare facilmente assimilabile. L’assunzione di 1.5-2 litri di acqua al giorno, preferibilmente fuori pasto, fornisce una quantità di calcio di almeno 450-600 mg.

A cura del Dott. Massimo Gualerzi

Una tisana per il benessere di ossa, muscoli e articolazioni

postato da Nicoletta Carbone il 03.10.2013
03


Magari avete semplicemente esagerato con l’attività fisica. Oppure patite particolarmente l’umidità e le temperature via via più basse dell’autunno, che fanno acuire o risvegliare dolori muscolari, rigidità, indolenzimenti.

Se le conseguenze di sforzi più o meno intensi o di qualche goccia di pioggia di troppo si fanno sentire su muscoli, ossa e articolazioni, potete ricorrere a una tisana facilissima da preparare ed efficace nell’aiutare l’apparato muscoloscheletrico a ritrovare il benessere.

Procuratevi in erboristeria una miscela in parti uguali di radici di artiglio del diavolo (Harpagophitum procubens), foglie di ortica (Urtica dioica) e rizoma (ovvero il fusto sotterraneo) di gramigna (Agropyron repens): alle proprietà antinfiammatorie che queste tre piante condividono si aggiungono le qualità analgesiche dell’artiglio del diavolo, le virtù antireumatiche della gramigna e l’azione rimineralizzante dell’ortica.

Per ottenere il vostro decotto (questo il nome appropriato della tisana quando i principi attivi responsabili degli effetti salutistici si devono estrarre dalle parti dure delle piante, come radici e cortecce), versate il mix di erbe in acqua fredda, portate a ebollizione, abbassate quindi il gas, lasciate sul fuoco per una decina di minuti, quindi spegnete e fate riposare il liquido per altri dieci-quindici minuti prima di filtrare e consumare.

Assumete il decotto due o tre volte al giorno, eventualmente addolcendone il sapore con un po’ di radice di liquirizia – anch’essa tra l’altro con proprietà antinfiammatorie e antiartritiche -in modo da non aver bisogno di zuccherare.

A cura del Dott. Luca Avoledo

Adolescenti fumatrici?

postato da Nicoletta Carbone il 15.01.2013
15

Adolescenti fumatrici? Occhio alla salute delle ossa…

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud