La primavera in medicina cinese

postato da Nicoletta Carbone il 14.03.2014
14

Come noto la medicina cinese classica è impregnato in ogni dove di analogia e di simbolismo. Come in questa stagione abbiamo un risveglio della natura analogamente  abbiamo un “risveglio” delle energie dell’ uomo.  In particolare il Qi (energia o soffio) deve passare dalle “zone invernali” del corpo umano (il bacino) a quelle “primaverili” (il torace) per essere poi nella successiva stagione estiva in alto, nella testa.Tutti questi passaggi “automatici” talvolta avvengono con difficoltà ed allora compaiono sintomi di cui l’ astenia (stanchezza) primaverile è un tipico esponente. Forse di tutte le “stagioni dell’ uomo” questa è quella in cui i movimenti energetici avvengono con maggiore difficoltà. Per questo la medicina cinese propone – ovviamente – anche una soluzione. Innnazitutto vi sono – in ogni stagione – punti di “tonificazione generale dell’ energia dell’ uomo” che hanno proprio lo scopo di regolare i movimenti energetici tipici. In questo caso i “punti stagionali” si trovano nella piega interdigitale fra il 4 ed il 5° dito (43 punto del meridiano della vescica biliare) e a livello della piega del ginocchio, sul suo lato interno (8 punto del meridiano del Fegato) . Il massaggio su questi 2 punti (sul 43 VB con pinzamento e rilasciamento per 30 secondi e su 8 F con rotazioni orarie rapide per 1 minuto) possono concorrere efficacemente al riequilibrio energetico ed alla eliminazione dei sintomi (astenia, sonnolenza mattutina, difficoltà di concentrazione, stipsi ecc) tipici del periodo. Il tutto può essere coadiuvato da altre proposto terapeutiche. Fra queste ricordiamo la fitoterapia. Il tarassaco che nella tradizione occidentale è parte integrante della cosiddetta “cura depurante primaverile” è, probabilmente, l’esponente essenziale. Così una tisana (ma è possibile ovviamente altre formulazioni come tinture madri o estratti fluidi ad esempio) di tarassaco (50 %), cardo mariano (30 %) e angelica archangelica (20 %) potrebbe essere un efficace aiuto.Anche l’alimentazione è importante. In questa stagione in cui l’orto ricomincia a proporre i suoi frutti ricordiamo l’importanza delle diverse verdure e dei cereali specialmente al mattino. Andrebbero invece limitati i prodotti animali di maggior impegno digestivo (grassi ed anche eccesso di proteine). Infine un brevissimo accenno all’ attività sportiva come valido alleato dell’agopuntura e delle  altre tecniche accennate. Il “risveglio muscolare primaverile (i muscoli nella tradizione energetica sono associati al fegato che è proprio l’organo di questa stagione) deve essere graduale, progressivo, accumpagnato non solo da contrazioni muscolari (tipici della corsa e di altri sport aerobici) ma preceduto e seguito – in questa stagione in particolare – da esercizi di allungamento (stretching) sulla muscolatura posturale in particolare e più in generale su tutta la muscolatura del corpo.

A cura del Dott. Maurizio Corradin

L’estate in medicina energetica

postato da Nicoletta Carbone il 17.05.2013
17

Nonostante tutto, nonostante la pioggia,  da qui a pochi giorni inizierà l’estate. Questa è la stagione energetica della espansione, la stagione dove il “cuore” entra nella fase di massima attività. Vi è una accelerazione della energia del corpo ed una maggiore quantità di “luce” dentro e fuori dell’ organismo.  E’ la stagione della prosperità (fan). Secondo l’energetica classica in questa stagione entrano in particolare attività il Cuore da un lato e l’intestino tenue dall’ altro, vi è una variazione del colorito, un “impegno” dei vasi sanguigni e una aumentata traspirazione e sudorazione.  I  classici del II° secolo  ricordano che il sapore che nutre il cuore è quello amaro di cui comunque è vitale evitarne l’abuso (quindi limitare il caffè ed anche il thè forte ad esempio). In funzione della temperatura esterna ed in funzione di una sua regolazione interna, prediligere alimenti rinfrescanti  come la frutta e la verdura e cereali come il mais e l’ orzo. Evitare cibi grassi, fritture dolci e l’eccesso di carni rosse e formaggi  che aumentano la quantità di “calore e Fuoco” nel corpo. Bene tisane come la passiflora e la lavanda. In aggiunta può essere utile stimolare alcuni punti di “regolazione stagionale” come il 9° ed ultimo punto del meridiano del Cuore e del Ministro del cuore. Questi si trovano sul 5° dito della mano, sul lato interno 2mm a lato della base ungueale (Cuore) e sul vertice del polpastrello del 3° dito (Ministro del  Cuore). Fate una pressione di 30 secondi col margine ungueale dell’altra mano (mattino e sera). Serve a dare energia a tutto l’ organismo.

A cura di Maurizio Corradin, Medico Chirurgo

I cambi di stagione

postato da Nicoletta Carbone il 18.09.2012
18

Se è noto in occidente che i “cambi di stagione” sono momenti particolarmente sensibili per l’organismo (basti pensare al peggioramento della sintomatologia in corso nei soggetti sofferenti di gastrite) questo è particolarmente vero per la medicina cinese. Infatti tra una stagione e l’altra è stato descritto un interperiodo in cui una specifica funzione (chiamata Milza ma poco ha a che fare con l’omonimo organo della medicina occidentale) che ha appunto lo scopo di accompagnare questi “passaggi stagionali”. Ed è su questa funzione che vogliamo raccogliere l’attenzione del lettore. La Milza energetica (che poi è anche l’ organo della fine dell’ estate) necessita di uno stile di vita tale per cui “non si rimane a lungo seduti” (così citano i classici). Questo significa che se con il calore estivo le nostre attività fisiche erano state sospese ora è il momento di ricominciare. Con una avvertenza: i muscoli hanno “poca memoria”. Quindi nel ricominciare non pensate a quando correvate 4 mesi prima ma è necessario avere una significativa gradualità. Inoltre la “la Milza energetica” si nutre del sapore dolce. Quindi questo è il sapore di questa fase dell’ anno. Ma anche qui una importante sottolineatura. I classici già alcuni secoli prima di Cristo sottolineavano come i sapori leggeri (quelli degli ortaggi, lattuga ad esempio) e quelli moderati (frutta  – mele e pere ad esempio – e cereali – grano , riso mais e miglio  ad esempio ) nutrono e permettono l’ ottimale funzione mentre quelli molto forti ( sostanzialmente i dolci) “danneggiano questa funzione”. Aggiungiamo ai nostri consiglia una tisana o un infuso dolce (ad esempio di malva, ricca di mucillagini e polifenoli) che completa il “nutrimento” per questa fase dell’ anno.

A cura del Dott. Maurizio Corradin, medico esperto di medicina tradizionale cinese e direttore del comitato scientifico di Lafay Resort

Sport e medicina cinese

postato da Nicoletta Carbone il 15.02.2012
15


I classici, tra le tante cose, descrivono anche i comportamenti da evitare. Questi sono chiamati le 5 proibizioni. Fra queste stare troppo seduti o sdraiati, stare fermi in piede, guardare troppo e muoversi troppo. Quest’ ultima “proibizioni” è legata al Fegato, l’ organo o meglio la funzione che tra poco rappresenterà, in ottica energetica la fonte principale di rifornimento di energia del corpo. Qui bisogna ricordare che il Fegato “cinese” è legato ai muscoli e, appunto, alla primavera.
Allora vediamo di mettere assieme le diverse informazioni e dare qualche consiglio, specialmente a coloro che iniziano l’ attività sportiva dopo un lungo periodo di inattività. Ricordarsi di iniziare con gradualità. Prendiamo ad esempio la corsa. Se utilizziamo questa straordinaria forma di attività sportiva per eliminare le eccedenze invernali (e magari di una vita) iniziamo con pochi minuti. Diciamo 10 minuti avendo nei giorni precedenti camminato per almeno 40 minuti ad andatura sostenuta. Prima di iniziare la corso 10 – 15 minuti di stretching su tutta la muscolatura ma in particolare su quella dell’ arto inferiore. Analogo tempo da dedicare a questa attività al termine della corsa. Nella sessione successiva aumentiamo di 2 minuti. La velocità da tenere, almeno all’ inizio è quella che ci permette di parlare “con il nostro compagno di sventura”. Se vengono rispettate queste semplici regole la corsa può diventare un grande alleato del nostro organismo senza “danneggiare il fegato energetico”.

A cura del Dott. Maurizio Corradin, Medico Chirurgo

Psicosomatica e Somatopsichica: tra psicologia e medicina

postato da Nicoletta Carbone il 07.11.2011
07

Ogni malattia fisica influenza psicologicamente la vita del paziente, che spesso non sa di aver bisogno di un aiuto psicoterapeutico per gestirla al meglio. Inoltre, molti disagi psicologici e disturbi psicopatologici possono trasformarsi in sintomi psicosomatici, che non sono malattie fisiche, ma espressioni corporee di un disagio profondo che richiede psicoterapia. Per questo, le relazioni tra psicosomatica (ovvero la trasposizione dei problemi psicologici in disturbi fisici) e somatopsichica (ovvero la complicazione dei disturbi fisici con disturbi psicologici, derivanti dalle emozioni negative collegate alla malattia, che la persona non riesce a gestire adeguatamente) rivestono attualmente un particolare interesse sia in medicina che in psicologia, ed in particolare in psicoterapia cognitiva e in medicina comportamentale. Oggigiorno, grazie ai progressi della scienza, è possibile ottenere una risoluzione combinata (o un notevole alleviamento) di numerosi disturbi di confine tra mente e corpo attraverso l’interazione tra medici specialisti e psicologi specialisti. Nel momento in cui la persona percepisce un sintomo, è evidente che deve farsi visitare dal medico e seguirne le indicazioni. Alcuni sintomi, però, non hanno una base organica, ma rappresentano una difficoltà funzionale. Essi sono solo l’espressione corporea forte di emozioni forti non sempre riconosciute dalla persona, che innescano circoli viziosi che aumentando l’ansia, rinforzano il sintomo. Ad esempio:

SINTOMO PENSIERO EMOZIONI
Dolore al petto Attacco cardiaco Paura, allarme
Palpitazioni Attacco cardiaco Paura, allarme
Mancanza di respiro Soffocamento Panico, allarme urgente
Dolore intestinale Cancro, incontinenza Paura, allarme, imbarazzo
Capogiri, senso di svenimento Collasso Panico, allarme urgente
Mal di testa Ictus, tumore Paura, allarme
Dolore prolungato Disabilità Tristezza, depressione
Stanchezza eccessiva “Non ce la faccio” Spossatezza, depressione

In ogni specialità medica sono presenti disturbi psicosomatici specifici: ad esempio in ginecologia e sessuologia (dispareunia, cioè dolore durante il rapporto sessuale; vaginismo, cioè impossibilità di penetrazione sessuale o anche medica; anorgasmia, cioè mancanza di orgasmo); in cardiologia (alterazioni del ritmo cardiaco in assenza di disturbi organici); in gastroenterologia (dispepsia e colon irritabile); in dermatologia (alcune forme di dermatiti e alcune forme di alopecia), e così via.

All’inverso, alcune forme organiche di malattia possono portare le persone a distruggersi psicologicamente, perché non riescono a gestire le limitazioni che derivano dalla malattia stessa, ingigantendole e facendole diventare fonte di depressione.

Questi disturbi vanno trattati tramite l’interazione tra medicina e psicologia, attraverso la psicoterapia (preferibilmente di tipo cognitivo) e la medicina specialistica (preferibilmente di tipo comportamentale), e quindi vanno seguite da due specialisti che lavorino in stretta collaborazione per il benessere psicofisico del paziente.

A cura del Dott. Francesco Aquilar, psicologo e psicoterapeuta cognitivista e comportamentale, presidente dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Cognitiva e Sociale (AIPCOS), Napoli.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud