Imparare a “dissetare” la pelle

postato da Nicoletta Carbone il 07.02.2014
07

Per avere una pelle in salute occorre innanzitutto idratarla in modo corretto. La cute è infatti costituita per il 70% da acqua, che rappresenta perciò un elemento di grande importanza per la sua bellezza. Un’adeguata idratazione viene garantita, assumendo circa due litri e mezzo di liquidi al giorno. Si deve, perciò, bere almeno un litro e mezzo di acqua, da integrare con centrifugati di verdura, succhi di frutta fresca e tisane.

A cura del Dott. Antonino Di Pietro

Proteggere la pelle del viso dallo smog

postato da Nicoletta Carbone il 03.11.2011
03

Per proteggere la pelle del viso dall’inquinamento bisogna usare creme a base di antiossidanti – come vitamina E, glucosamina e deltalattone – contenenti inoltre filtri UV. Per favorire il rinnovo delle cellule epidermiche, di sera, occorre utilizzare creme a base di retinolo. È inoltre utile fare un paio di scrub a settimana. Lo scrub elimina molte delle cellule morte, migliora la microcircolazione e rende la cute del viso più luminosa.

A cura del Prof. Antonino Di Pietro, Direttore del Servizio di Dermatologia dell’Ospedale di Inzago (MI)

Pelle al freddo

postato da Nicoletta Carbone il 26.10.2011
26

Freddo e vento rappresentano condizioni ecologiche particolarmente pesanti, soprattutto per chi ha la cute sensibile e delicata, e per la pelle dei bambini più piccoli,   per nulla protetta dal film idrolipidico di superficie Come comportarsi, per non andare incontro a una pelle disseccata, arrossata, rovinata ?

Anzitutto,  è bene evitare  l’uso di detergenti schiumogeni e aggressivi aia per il viso, sia  per il corpo. Bimbi ed adulti devono pulire bene il viso, mattina e sera, con un latte, o con un gel detergente delicato, o con un’acqua miscelare detergente, o con una mousse.  Chi ha cute sensibile, dopo la detersione con latte può spruzzare sul viso acqua termale spray; sulla cute dei bimbi, invece, è bene lasciare il leggero strato lipidico del latte o della crema detergente (solo chi ha la pelle grassa può ricorrere ad acqua e sapone delicato per il viso). Invece di bagno schiuma e doccia-schiuma, meglio ricorrere a bagno-doccia in olio o in crema, evitando tuttavia quelli con la paraffina tra le prime posizioni dell’INCI (lista di ingredienti del prodotto cosmetico).

Dopo la detersione, sul viso dei bambino vanno applicate creme protettive piuttosto grasse (si chiamano emulsioni acqua in olio, perchè in esse la componente oleosa è superiore alla componente acquosa); ottimo anche il burro di karitè puro, o creme nutrienti dermoecocompatibili, a base di olii vegetali o/e olii da chimica amica (come il caprylic capric triglyceride).

Le labbra, che si seccano con estrema facilità, vanno costantemente protette con stick o con creme apposite, purchè non contengano siliconi che seccano ulteriormente le labbra (dimeticone, ciclometicone, etc).

Anche gli adulti devono ricorrere a creme più grasse del solito. La notte, dopo la detersione, sulla pelle del viso va applicata una crema lenitiva-restitutiva, in grado di ridare quello che freddo e vento hanno tolto (emulsioni ricche in grassi poliinsaturi, in mucopolisaccaridi, in vitamine, etc). Non dimentichiamoci degli occhi: collirio all’eufrasia o all’acido ialuronico mattino e sera.

A cura della Dott.ssa Riccarda Serri, Specialista in Dermatologia.

Idratare la pelle delle mani

postato da Nicoletta Carbone il 24.10.2011
24

Le mani devono essere sempre idratate con un crema da scegliere in base alla propria tipologia di pelle. Chi ha mani sensibili deve optare per creme lenitive, che costituiscono una barriera protettiva evitando la comparsa di rossori. Chi ha la pelle secca può invece usare creme ricche di fosfolipidi e deltalattone per ricompattare lo strato corneo e favorire un’idratazione profonda.

A cura del Prof. Antonino Di Pietro, Direttore del Servizio di Dermatologia dell’Ospedale di Inzago (MI)

Rendere la ceretta meno dolorosa

postato da Nicoletta Carbone il 12.10.2011
12

Prima di fare la ceretta è consigliabile sottoporre le aree interessate a impacchi di acqua calda che ammorbidiscono la pelle e dilatano i pori, semplificando la depilazione. È poi utile applicare sulla cute un lieve velo di talco. La ceretta agirà così direttamente sui peli e meno sulla pelle, con una conseguente diminuzione del dolore.

A cura del Prof. Antonino Di Pietro, Direttore del Servizio di Dermatologia dell’Ospedale di Inzago (MI)

Nutrire la pelle con frutta e verdura

postato da Nicoletta Carbone il 16.09.2011
16

Per nutrire e idratare la pelle dall’interno, sono perfette frutta e verdura crude, perché fonti principali di vitamine, tra cui la C, e sali minerali, come il magnesio, presente anche nella frutta secca. Una volta a settimana è utile consumare frutti di bosco, contenenti bioflavonoidi, sostanze in grado di dare elasticità ai vasi sanguigni, prevenendone la rottura e favorendo il buon nutrimento delle cellule.

A cura del Prof. Antonino Di Pietro, Direttore del Servizio di Dermatologia dell’Ospedale di Inzago (MI)

Decalogo della dermatite atopica (allergia costituzionale)

postato da Nicoletta Carbone il 14.06.2011
14

1) Attenzione alla detersione: no a bagni schiuma e shampoo docce molto schiumose, che contengano tensioattivi aggressivi (come SLS, sodiolaurilsolfato). Meglio olii, o detergenti non schiumosi, o creme detergenti, o saponette delicate a base di grassi vegetali.

2) Evitare tassativamente l’acqua troppo calda. Agli atopici è poi particolarmente nocivo il caldo umido.

3) A contatto della pelle, solo indumenti naturali, e morbidi, come cotone, lino, seta. Lavare con detersivi semplici, meglio se ipoallergenici e/o ecologici (marchio ecolabel), e sciacquare molto bene. Evitare anche ammorbidenti, sbiancanti e additivi vari. Meglio non indossare, soprattutto in caso di sudore (come durante gli sport) e il caldo umido, indumenti sintetici, a meno che non siano specificamente indicati anche per allergici. Rigorosamente vietati indumenti ruvidi a contatto della pelle (attenzione al collo!).

4) Se il tempo e la zona lo permette, fa molto bene esporre la pelle al primo sole “dolce”: l’esposizione solare, se non è eccessiva, è estremamente benefica.

5) La cute ha costantemente bisogno di essere nutrita e idratata, perché è molto secca. Meglio ricorrere a prodotti semplici, ipoallergenici, possibilmente ecodermocompatibili (basse quantità di paraffina, petrolati e siliconi). La lettura delle formule INCI (cioè di tutte le molecole che vanno a comporre un cosmetici, e presenti per legge su tutte le confezioni dei cosmetici stessi), inizialmente sarà difficoltosa e complessa, ma è doverosa per chi tende a allergie e sensibilità cutanee, e soprattutto per la cute dei bebè.

6) Per chi va in piscina: il cloro è necessario per evitare che le piscine stesse diventino dei “brodi” di coltura di batteri, virus e funghi. Per proteggere la pelle dal cloro, applicare un olio vegetale, o olio di vitamina E, o prodotti specifici che si trovano in farmacia a base di omega 3, PRIMA di entrare in piscina, poi fare una doccia con acqua tiepida e olio detergente delicato.

7) Attenzione ai profumi: ora sono molto di moda, soprattutto tra i ragazzi, cosmetici e bagni ai profumi più accattivanti. Possono, nei soggetti più sensibili, scatenare reazioni allergiche.

8 ) E’ bene limitare la quantità di latte vaccino e latticini: quasi sempre gli atopici hanno un’aumentata sensibilità al latte vaccino (anche  e soprattutto i bimbi), mentre possono assumere latte di capra, di pecora, di soia e di riso.

9) Utilissima è l’assunzione di integratori a base acidi grassi polinsaturi, come olio di semi di ribes nero oppure di borragine (anche nei bambini).

10) Attenzione, infine, al nikel, metallo presente un po’ ovunque (anche nelle monete Euro!), oltre che nella bigiotteria: può infatti scatenare reazioni allergiche (i teenagers devono pensarci bene prima di farsi fare un piercing!)

A cura della Dott.ssa Serri, Specialista in Dermatologia.

La respirazione

postato da Nicoletta Carbone il 21.03.2011
21

Respirazione

Respirare – è una banalità – è la cosa più essenziale alla vita. Questo è talmente banale che non ci facciamo neanche caso. Io vorrei, invece, fermare un’ istante l’attenzione. Per la medicina cinese l’ energia del corpo (ed in questo senso è molto simile alla “biochimica occidentale”) si forma grazie agli alimenti (Gu Qi) ed all’ energia dell’ aria (o del Cielo – Tian Qi). Queste 2 forme di energia si concentrano nel petto dove poi si formeranno quelle che sono considerate essere le “normali” energie del corpo (Zheng Qi o Qi corretto).
A differenza della medicina occidentale, però, l’ energia che si può ricavare dall’ aria (Tian Qi) è entro certi limiti in equilibrio con quella alimentare (Gu Qi) nel senso che “respirare bene”  può limitare “l’assunzione” della energia degli alimenti, in qualche modo compensandola. Ed è anche per questo che le metodiche  estremo orientali fanno molta attenzione alle tecniche  di respirazione. Non solo durante la respirazione l’ energia del corpo si muove di 6 pollici per ogni atto respiratorio. Quindi “respirare” bene permette non solo di “mangiare” meno ma anche sentirsi più in forma e più tonici. Quindi? Quindi ricordiamoci che spesso la stanchezza è molto più “mentale che fisica ed una passeggiata di mezza ora (magari in un luogo idoneo) può farci sentire molto più “tonici” e rilassati.

A cura del Dott. Maurizio Corradin,  medico chirurgo, docente di Fitoterapa energetica e agopuntura, medico di medicina manuale e posturologia,  Direttore del comitato Scientifico di Lefay Resort.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud