Acne lieve: come intervenire?

postato da Nicoletta Carbone il 01.11.2011
01

Nei casi di acne lieve si può intervenire con un gel di fosfolipidi capace di regolarizzare la produzione di sebo e di migliorare i segni del disturbo. Il gel va applicato tutte le sere per 2-3 mesi. Molto importante è poi l’igiene quotidiana. La pelle deve essere lavata mattina e sera con un detergente non schiumogeno da diluire con acqua tiepida. Per completare la pulizia va applicata una crema non grassa in modo da evitare il rischio di chiudere i pori.

A cura del Prof. Antonino Di Pietro, Direttore del Servizio di Dermatologia dell’Ospedale di Inzago (MI)

Che cosa deve contenere il “cofanetto dei cosmetici” di una ragazzina di 10-13 anni?

postato da Nicoletta Carbone il 06.10.2011
06

Prodotti particolari? O va bene di tutto?
Oppure è meglio usare le creme della mamma?

Le ragazzine hanno necessità – e diritto- ad avere i loro personali e peculiari cosmetici. Che devono possedere due caratteristiche essenziali: essere semplicissimi e il più naturali possibile nella composizione. Particolare attenzione va posta nella scelta di prodotti formulati con materie prime purissime,  con pochi profumi, pochi conservanti, pochi emulsionanti, pochissime o assenti sostanze chimiche inutili (come certi filtri solari chimici onnipresenti). E’ sbagliato scegliere per le ragazzine cosmetici di scarsa qualità, solo perchè la loro pelle non presenta particolari problemi. I prodotti devono essere di qualità ineccepibile.

Ecco cosa deve contenere il beauty case di una ragazzina:

* Un sapone da toeletta, meglio se a base di olii vegetali, per lavare il viso mattino e sera (o un acqua detergente, o un’acqua macellare, a sostituire il sapone)

* Una crema protettiva ed idratante da stendere sul viso di giorno, specie in caso di freddo e vento. Le migliori sono quelle formulate con olii vegetali (sesamo, girasole, mandorle, jojoba), con cera d’api, con burro di karitè.

* Un gel o una lezioncina antisettica da applicare, prima della crema o la sera, su eventuali brufoletti o pustolette

* Una cremina lenitiva universale, a base, per esempio, di calendula e ossido di zinco, per arrossamenti ed infiammazioni.

* Un olio per il corpo (come l’olio di mandorle) o una crema corpo, da applicare in piccolissima quantità sulle zone più secche del corpo, come le braccia e le gambe.

* Uno shampoo poco schiumogeno formulato con tensioattivi non aggressivi.

* Un sapone liquido o un olio da bagno – mai schiumogeni, pena secchezza e disidratazione della pelle – per il bagno e la doccia.

* Un deodorante, o un latte deodorante molto delicato, ipoallergenico (è proprio durante la pubertà che la sudorazione può essere eccessiva e maleodorante), oppure un talco contenente ossido di zinco.

* Una crema per labbra, o un burro di cacao (cera d’api, karitè, vitamine).

A cura della Dott.ssa Riccarda Serri, Specialista in Dermatologia.

Decalogo della dermatite atopica (allergia costituzionale)

postato da Nicoletta Carbone il 14.06.2011
14

1) Attenzione alla detersione: no a bagni schiuma e shampoo docce molto schiumose, che contengano tensioattivi aggressivi (come SLS, sodiolaurilsolfato). Meglio olii, o detergenti non schiumosi, o creme detergenti, o saponette delicate a base di grassi vegetali.

2) Evitare tassativamente l’acqua troppo calda. Agli atopici è poi particolarmente nocivo il caldo umido.

3) A contatto della pelle, solo indumenti naturali, e morbidi, come cotone, lino, seta. Lavare con detersivi semplici, meglio se ipoallergenici e/o ecologici (marchio ecolabel), e sciacquare molto bene. Evitare anche ammorbidenti, sbiancanti e additivi vari. Meglio non indossare, soprattutto in caso di sudore (come durante gli sport) e il caldo umido, indumenti sintetici, a meno che non siano specificamente indicati anche per allergici. Rigorosamente vietati indumenti ruvidi a contatto della pelle (attenzione al collo!).

4) Se il tempo e la zona lo permette, fa molto bene esporre la pelle al primo sole “dolce”: l’esposizione solare, se non è eccessiva, è estremamente benefica.

5) La cute ha costantemente bisogno di essere nutrita e idratata, perché è molto secca. Meglio ricorrere a prodotti semplici, ipoallergenici, possibilmente ecodermocompatibili (basse quantità di paraffina, petrolati e siliconi). La lettura delle formule INCI (cioè di tutte le molecole che vanno a comporre un cosmetici, e presenti per legge su tutte le confezioni dei cosmetici stessi), inizialmente sarà difficoltosa e complessa, ma è doverosa per chi tende a allergie e sensibilità cutanee, e soprattutto per la cute dei bebè.

6) Per chi va in piscina: il cloro è necessario per evitare che le piscine stesse diventino dei “brodi” di coltura di batteri, virus e funghi. Per proteggere la pelle dal cloro, applicare un olio vegetale, o olio di vitamina E, o prodotti specifici che si trovano in farmacia a base di omega 3, PRIMA di entrare in piscina, poi fare una doccia con acqua tiepida e olio detergente delicato.

7) Attenzione ai profumi: ora sono molto di moda, soprattutto tra i ragazzi, cosmetici e bagni ai profumi più accattivanti. Possono, nei soggetti più sensibili, scatenare reazioni allergiche.

8 ) E’ bene limitare la quantità di latte vaccino e latticini: quasi sempre gli atopici hanno un’aumentata sensibilità al latte vaccino (anche  e soprattutto i bimbi), mentre possono assumere latte di capra, di pecora, di soia e di riso.

9) Utilissima è l’assunzione di integratori a base acidi grassi polinsaturi, come olio di semi di ribes nero oppure di borragine (anche nei bambini).

10) Attenzione, infine, al nikel, metallo presente un po’ ovunque (anche nelle monete Euro!), oltre che nella bigiotteria: può infatti scatenare reazioni allergiche (i teenagers devono pensarci bene prima di farsi fare un piercing!)

A cura della Dott.ssa Serri, Specialista in Dermatologia.

Piedi pronti per i sandali

postato da Nicoletta Carbone il 31.03.2011
31


I piedi sono spesso bistrattati, poi arriva il momento di mettersi i sandali, ed è tardi per correre ai ripari. Per avere piedi levigati, senza screpolature, a prova di sandalo, bisogna iniziare adesso ad applicare ogni sera una crema a base di urea al 10-15%, soprattutto sui talloni e sulle zone spesse e secche. Andare da un podologo per fare asportare eventuali callosità ed occhi di pernice, quindi, indossando sempre scarpe comode e larghe, applicare gli appositi cerottini isolanti per evitare che i calli si riformino.
Quando si fa la pedicure, è sempre meglio non tagliare via con lama o forbici o tronchesini le parti indurite e le pellicine, ma lasciare che si ammorbidiscano con la crema all’urea, quindi massaggiare con una spugnetta abrasiva. Sulle unghie, per prevenire le micosi, una goccia di tea tree oil puro (una goccia è sufficiente per le dita di ciascun piede).

A cura della Dott.ssa Serri, Specialista in Dermatologia

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud