Anguria e preipertensione

postato da Nicoletta Carbone il 25.06.2012
25

Dolce, ma a basso contenuto calorico, ricca di fibre e di micronutrienti, dissetante e ora, c’é di piú. Prove derivanti da due studi condotti da ricercatori della Florida State University mostrano che l’anguria possa essere un’arma efficace contro la preipertensione, un importante precursore di malattie cardiovascolari.

I ricercatori della FSU, tra cui l’Assistant Professor Arturo Figueroa, primo autore dei due lavori pubblicati sull’American Journal of Hypertension a distanza di un anno l’uno dall’altro, e il prof. Bahram H. Arjmandi, leader del gruppo di studiosi,

Perché l’anguria?

“L’anguria è la fonte naturale commestibile più ricca di L-citrullina, che è strettamente legata alla L-arginina, l’aminoacido necessario per la formazione di ossido nitrico essenziale per la regolazione del tono vascolare e della pressione arteriosa”, commenta il professor Figueroa.

Tutti buoni motivi per godere un pó di piú di questo frutto di stagione.

A cura del Dott. Temporin, medico chirurgo

Il foruncolo del dissenso

postato da Nicoletta Carbone il 11.06.2012
11

Le banali infezioni che pur rispondendo al trattamento indicato continuano a ripresentarsi sono sempre dei segnali di un certo significato per l’intero organismo. Anche se i foruncoli appaiono solo in un’area limitata come quella del naso, il segnale va interpretato. Prima ancora della prescrizione di antinfiammatori, cortisonici o antibiotici locali, la prima cosa da fare, se il problema non è quello della pulizia della pelle, è capire se c’è una carenza di minerali e di vitamine. In molte persone oggi rilevo una scarsa introduzione alimentare di frutta e verdura e diventa importante far sì che ogni pasto dia la possibilità di introdurre sali minerali e  vitamine fresche e naturali. A tutti, siano persone anziane o ragazzi, suggerisco di mangiare un pezzo di frutta o di verdura prima di ogni pasto o spuntino che facciano. Ormai è diventato un motto: “Crudo, Vivo e Colorato” prima di mangiare qualsiasi cosa. Per proiettarsi sani sul futuro e per capire che anche una infezione banale, come quella di un foruncolo, esprime in realtà il dissenso dell’organismo che vorrebbe tendere alla completezza della sua alimentazione.

A cura del Dott. Attilio Speciani, specialista in allergologia e immunologia clinica

Eliminare le cause di calli e duroni

postato da Nicoletta Carbone il 07.06.2012
07

La migliore strategia contro calli e duroni è quella preventiva. Occorre indossare sempre scarpe comode, ossia non troppo strette, per evitare eccessive comprensioni di alcune zone, ma nemmeno troppo larghe, per fare in modo che il piede non sfreghi contro le pareti della calzatura.

I modelli e il livello dei tacchi vanno cambiati spesso, limitando il più possibile le punte strette e i tacchi alti.

A casa, meglio optare per ciabatte morbide e basse.

A cura di Antonino Di Pietro, direttore del servizio di dermatologia dell’ospedale di Inzago (MI)

La regolazione energetica estiva

postato da Nicoletta Carbone il 25.05.2012
25

Oramai siamo per entrare (speriamo) nel periodo più caldo dell’ anno. In questa fase – secondo i criteri energetici – l’ organismo è in una fase “Fuoco”. Questo significa che l’energia “scorre” libera e veloce con tutte le benefiche sensazioni che questo determina (senso di leggerezza, voglia di fare, diminuzione della sonnolenza, “voglia” di mostrarsi, facilità alle relazioni sociali ecc). Come siamo soliti ricordare questa è la fase Yang (calda, veloce, diurna) dell’ anno quando l’inverno è la fase Yin (fredda, lenta, notturna). Nel periodo estivo, quindi, vi è un atteggiamento di estroversione e di positività che è tipica del “Fuoco”. Il punto è – e questo aspetto è quasi intuitivo – che questo “fuoco” non deve divampare. Detto in altri termini il calore interno ed esterno dell’ organismo deve essere in qualche modo controllato. Una ottima soluzione ci viene dall’ alimentazione energetica. Semplificando un po possiamo dire che la frutta e la verdura sono rinfrescanti, i cereali sono neutri, mentre i prodotti proteici (e particolarmente la carne rossa) e le spezie tendono a riscaldare.

Quindi questo è il periodo dell’anno in cui (e questo se vale per tutti acquista particolare valenza per i maschi) sono particolarmente indicate le varie insalate di frutta e di verdura (particolarmente a pranzo). Arricchitele con vari prodotti e vari colori (il giallo del mais, il verde dei piselli, l’arancio delle carote, il rosso dei pomodori ecc). A colazione bene i cerali specie in fiocchi che hanno alta digeribilità. Bene anche lo Yoghur e le varie spremute di arancio o frullati e centrifugati di frutta, rinfrescanti e nutrienti. Le proteine (carni bianche e pesce in particolare) sono utili nel momento più fresco della giornata, quindi alla sera. Quindi un’alimentazione estiva che risulta essere energeticamente nutriente, equilibrante e che poco impegna gli organi maggiormente attivi in questa stagione che sono, lo ricordiamo, il Cuore e l’ Intestino tenue (della medicina cinese)

A cura del Dott. Corradin, medico chirurgo

La leggerezza nella vita

postato da Nicoletta Carbone il 06.04.2012
06

Vi è una linea energetica che si chiama “meridiano dello stomaco” che, in realtà, dovrebbe essere chiamata, meridiano della “luce”. Infatti questa linea si chiama “Ming” e porta  nel suo “carattere” il disegno del sole e della luna. Il significato è quello di “luce”. Il senso profondo è quello di fornire la luce nel senso di “illuminare” le nostre paure permettere di guardare in profondità a ciò che incontriamo (persone e cose) senza fermarci alle apparenze. E questo “guardare” in profondità non riguarda solo gli “altri” ma anche e specialmente noi stessi. Possiamo chiamare questa linea anche quella dell’abbraccio. Infatti si “attiva” quando abbracciamo. Corre infatti nella parte anteriore del corpo e si collega con un’analoga linea che percorre le braccia. Quindi quando abbracciamo e ci abbracciamo, “la luce” scorre dentro di noi. Inoltre questa linea è attivabile anche con alcuni alimenti. Tra questi ricordiamo le carote, le patate, le melanzane, i finocchi, il mais, l’ orzo, il riso, i germogli di soia, le pere, le giuggiole. Fra gli alimenti animali il tuorlo d’ uovo, la carne di manzo , il latte vaccino. Aggiungiamo che esistono alimenti che attivano qualsiasi linea energetica del corpo. In questa stagione, che è quella del fegato,  sono utili anche i porri, le cipolle, il sesamo, i litchi, la camomilla, la valeriana e la menta. Tra gli alimenti animali  il granchio, le ostriche e con moderazione la carne di maiale.

A cura del Dott. Maurizio Corradin, Medico Chirurgo

Quando il lattosio non è il solo responsabile

postato da Nicoletta Carbone il 27.03.2012
27


Quando si soffre di intolleranza al lattosio una delle “spiacevoli compagnie” è la sindrome del colon irritabile. Questo perché in molti casi la reazione allo zucchero del latte (lattosio) si accompagna ad una ipersensibilità nei confronti delle proteine del latte, presenti nei prodotti lattiero caseari di ogni tipo, anche quelli che non contengono lattosio. Così accade che molte persone, pur controllando attentamente la presenza di lattosio negli alimenti, continuino a manifestare reazioni intestinali. In questo caso vanno controllati nell’alimentazione tutti gli alimenti che contengono sia proteine del latte sia lattosio, senza mai escluderli completamente dalla dieta. Fin dall’inizio si devono lasciare almeno due giornate nella settimana in cui reintrodurre, in modo non esagerato, i cibi responsabili della reazione infiammatoria. In un caso di colon irritabile, ad esempio, questo tipo di dieta può essere seguito per tre – quattro settimane, poi si aumenta la reintroduzione in modo progressivo, e nel giro di 5-6 mesi si arriva nella maggior parte dei casi ad una reintroduzione quasi quotidiana (lasciando però almeno un giorno di controllo alla settimana, come per il vecchio “venerdì di magro”).

A cura del Dott. Attilio Speciali, specialista in Allergologia e Immunologia Clinica

Quando i farmaci aiutano a sentire poco dolore ma fanno ingrassare

postato da Nicoletta Carbone il 21.03.2012
21

In molti casi il dolore di schiena cronicizzato viene trattato con farmaci miorilassanti o antidepressivi e le persone che li usano scoprono di  crescere di peso nonostante facciano, magari, anche un po’ di attività fisica.
Questo è dovuto al fatto che la maggior parte dei farmaci che agiscono sull’umore provocano una condizione definita di “resistenza all’insulina”. In pratica, per ottenere lo stesso livello di energia, le persone mangiano senza accorgersene una maggiore quantità di carboidrati e zuccheri, e questo si traduce in un ingrassamento. Il problema in quel caso non è quello di sospendere il farmaco, i cui effetti farmacologici spariscono nel giro di circa un mese, ma cambiare le abitudini che per anni hanno accompagnato l’uso del farmaco (saltare la prima colazione, mangiare dolcetti tra un pasto e l’altro o di notte davanti al televisore).

E’ indispensabile programmare un’attività fisica aerobica quotidiana, una distribuzione dei pasti che preveda una prima colazione molto ricca, l’uso di cibi prevalentemente integrali e il corretto abbinamento di carboidrati e  proteine nel singolo pasto per iniziare a invertire la tendenza. Il tempo necessario per recuperare la condizione di partenza può variare dai sei ai docici mesi e la determinazione nel riprendere il contatto e il controllo con il proprio corpo è uno degli elementi discriminanti per farlo.

A cura del Dott. Attilio Speciani, specialista in Allergologia e Immunologia clinica

Rancore e sensi di colpa

postato da Nicoletta Carbone il 19.03.2012
19

Secondo la medicina classica cinese questi “sentimenti” alterano il corpo e lo “tagliano in due”. Questo perché la turba energetica che generano  “impatta” su un meridiano particolare che “corre”, come una cintura, a livello della vita (nel senso di girovita). Ne seguono disturbi fisici che vanno dalla cellulite, alle alterazioni posturali, alla lombalgia (più spesso alta) e dal punto di vista psicologico si verifica uno stato di agitazione che spesso sfocia in vere e proprie crisi ansiose. E in questa stagione il meridiano in questione (che si chiama vaso cintura o dai mai) è particolarmente attivo e quindi “soffre” frequentemente delle “aggressioni interne” che gli apportiamo (appunto i sensi di colpa ed il rancore). Che fare?

Come abbiamo accennato, questa stagione è quella della depurazione generale del corpo e della mente. Quindi la dieta leggera, le piante medicinali depuranti, l’attività fisica sono tutte pratiche che giovano sia al corpo (specialmente) ma anche alla mente. In aggiunta sono sicuramente importanti pratiche come la meditazione che agiscono direttamente sullo “spirito” che governa il corpo. In aggiunta possiamo massaggiare due punti di agopuntura che hanno lo scopo di liberarci da queste emozioni.

Il primo si trova sulla orizzontale dell’ ombellico sulla verticale tratta dalla punta della 11° costola. Su questo punto , che si chiama proprio Dai Mai (vaso cintura) si può fare un massaggio con il pollice ruotando in senso orario per 1 minuto. Il secondo punto  si trova  3 dita dietro la piega di flessione del polso sul lato radiale. Qui per 1 minuto è bene strisciare la pelle fino a farla arrossare con l’indice ed il medio dell’ altra mano. Lo stimolo su questi 2 agopunti facilita la “depurazione mentale”.

A cura del Dott. Maurizio Corradin, Medico Chirurgo

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud