La primavera in medicina cinese

postato da Nicoletta Carbone il 14.03.2014
14

Come noto la medicina cinese classica è impregnato in ogni dove di analogia e di simbolismo. Come in questa stagione abbiamo un risveglio della natura analogamente  abbiamo un “risveglio” delle energie dell’ uomo.  In particolare il Qi (energia o soffio) deve passare dalle “zone invernali” del corpo umano (il bacino) a quelle “primaverili” (il torace) per essere poi nella successiva stagione estiva in alto, nella testa.Tutti questi passaggi “automatici” talvolta avvengono con difficoltà ed allora compaiono sintomi di cui l’ astenia (stanchezza) primaverile è un tipico esponente. Forse di tutte le “stagioni dell’ uomo” questa è quella in cui i movimenti energetici avvengono con maggiore difficoltà. Per questo la medicina cinese propone – ovviamente – anche una soluzione. Innnazitutto vi sono – in ogni stagione – punti di “tonificazione generale dell’ energia dell’ uomo” che hanno proprio lo scopo di regolare i movimenti energetici tipici. In questo caso i “punti stagionali” si trovano nella piega interdigitale fra il 4 ed il 5° dito (43 punto del meridiano della vescica biliare) e a livello della piega del ginocchio, sul suo lato interno (8 punto del meridiano del Fegato) . Il massaggio su questi 2 punti (sul 43 VB con pinzamento e rilasciamento per 30 secondi e su 8 F con rotazioni orarie rapide per 1 minuto) possono concorrere efficacemente al riequilibrio energetico ed alla eliminazione dei sintomi (astenia, sonnolenza mattutina, difficoltà di concentrazione, stipsi ecc) tipici del periodo. Il tutto può essere coadiuvato da altre proposto terapeutiche. Fra queste ricordiamo la fitoterapia. Il tarassaco che nella tradizione occidentale è parte integrante della cosiddetta “cura depurante primaverile” è, probabilmente, l’esponente essenziale. Così una tisana (ma è possibile ovviamente altre formulazioni come tinture madri o estratti fluidi ad esempio) di tarassaco (50 %), cardo mariano (30 %) e angelica archangelica (20 %) potrebbe essere un efficace aiuto.Anche l’alimentazione è importante. In questa stagione in cui l’orto ricomincia a proporre i suoi frutti ricordiamo l’importanza delle diverse verdure e dei cereali specialmente al mattino. Andrebbero invece limitati i prodotti animali di maggior impegno digestivo (grassi ed anche eccesso di proteine). Infine un brevissimo accenno all’ attività sportiva come valido alleato dell’agopuntura e delle  altre tecniche accennate. Il “risveglio muscolare primaverile (i muscoli nella tradizione energetica sono associati al fegato che è proprio l’organo di questa stagione) deve essere graduale, progressivo, accumpagnato non solo da contrazioni muscolari (tipici della corsa e di altri sport aerobici) ma preceduto e seguito – in questa stagione in particolare – da esercizi di allungamento (stretching) sulla muscolatura posturale in particolare e più in generale su tutta la muscolatura del corpo.

A cura del Dott. Maurizio Corradin

Sport e medicina cinese

postato da Nicoletta Carbone il 15.02.2012
15


I classici, tra le tante cose, descrivono anche i comportamenti da evitare. Questi sono chiamati le 5 proibizioni. Fra queste stare troppo seduti o sdraiati, stare fermi in piede, guardare troppo e muoversi troppo. Quest’ ultima “proibizioni” è legata al Fegato, l’ organo o meglio la funzione che tra poco rappresenterà, in ottica energetica la fonte principale di rifornimento di energia del corpo. Qui bisogna ricordare che il Fegato “cinese” è legato ai muscoli e, appunto, alla primavera.
Allora vediamo di mettere assieme le diverse informazioni e dare qualche consiglio, specialmente a coloro che iniziano l’ attività sportiva dopo un lungo periodo di inattività. Ricordarsi di iniziare con gradualità. Prendiamo ad esempio la corsa. Se utilizziamo questa straordinaria forma di attività sportiva per eliminare le eccedenze invernali (e magari di una vita) iniziamo con pochi minuti. Diciamo 10 minuti avendo nei giorni precedenti camminato per almeno 40 minuti ad andatura sostenuta. Prima di iniziare la corso 10 – 15 minuti di stretching su tutta la muscolatura ma in particolare su quella dell’ arto inferiore. Analogo tempo da dedicare a questa attività al termine della corsa. Nella sessione successiva aumentiamo di 2 minuti. La velocità da tenere, almeno all’ inizio è quella che ci permette di parlare “con il nostro compagno di sventura”. Se vengono rispettate queste semplici regole la corsa può diventare un grande alleato del nostro organismo senza “danneggiare il fegato energetico”.

A cura del Dott. Maurizio Corradin, Medico Chirurgo

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud