Addominali croce (per troppi) e delizia (per pochi)

postato da Nicoletta Carbone il 20.05.2013
20

L’aspetto estetico dell’addome è una dei segnali  universalmente indicato per testimoniare le condizioni di buona o cattiva forma fisica di una persona.

Probabilmente a causa della sua posizione intermedia tra le gambe e il torace, quasi come facesse da crocevia tra questi due fondamentali elementi del corpo, idealmente quasi ci si aspetta che unisca le due strutture  in maniera legante ed armonica…

In realtà, questo ideale estetico, che è fortemente rinforzato da pubblicità  e sfilate di moda, è poco  realistico e aderente alla realtà quotidiana perché il mantenimento di una pancia cosidetta “scolpita” è frutto di notevoli sacrifici basati su rigorose diete povere di grassi e interminabili sedute di esercizi adeguatii.

Ce lo possiamo cofessare senza patemi: l’aspirazione di vedere sulla pancia le “placche di tartaruga” è quasi un sogno mentre, invece, è assolutamente consigliabile il progetto  di migliorare decisamente e senza sforzi inaccettabili la forma e la funzione di questo cruciale gruppo muscolare.

Gli addominali non hanno solo funzioni “estetiche”. Grazie alla loro posizione e alla direzione delle proprie fibre riescono a soddisfare contemporaneamente diversi e fondamentali compiti funzionali: mantengono correttamente nella loro sede tutti gli organi viscerali; coadiuvano la respirazione e sono muscoli essenziali per il controllo della della stabilità della colonna vertebrale.

Ma perché sono fra i primi ad arrendersi sotto le spinte insistenti della vita sedentaria? Tanto per cominciare, mangiamo troppo, e, tante volte, male. Le eccessive quantità di cibo introdotte, accoppiate ella non troppo buona abitudine di bere bibite gasate aumentano il volume dei visceri e premono con forza sulla superficie di questa cintura muscolare di contenimento.

Gli addominali, sollecitati eccessivamente dall’interno, progressivamente si sfiancano e, perdendo la tenuta, si arrendono alla pressione eccessiva.

A cura di Michele Romano, fisioterapista e direttore tecnico di Isico

Gonfiori e posate…

postato da Nicoletta Carbone il 10.10.2011
10

Il problema del gonfiore addominale e della difficoltà digestiva è spesso dovuto a posate che non vengono posate… Anche per chi vive una vita piena e ricca, è indispensabile un tempo davvero dedicato ai pasti. In persone impegnate si percepisce talvolta che la prima colazione è “inghiottita”, il pranzo è “al computer” e la cena, quasi sempre di lavoro, è “distratta”. Bisogna invece iniziare a masticare il proprio nutrimento, ricordando che la posata va “posata” sul tavolo tra un boccone e l’altro, e iniziando ad assaporare il gusto dei propri piatti. Dedicando un tempo vero ai tre pasti ci si accorge in breve che il meteorismo e la reazione alimentare alle sostanze fermentate si riducono consentendo di trovare più energia sia per lavorare che per godersi il tempo a disposizione.

A cura del Dott. Attilio Speciani, specialista in Allergologia e Immunologia clinica.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud