Qualcosa da eliminare

postato da Nicoletta Carbone il 11.01.2012
11


L’inizio dell’anno è sempre un momento in cui si fa il punto della situazione della propria vita e si fa qualche buon proposito. Ecco le 4 azioni che puoi mettere in atto per cambiare la tua vita e averla come tu la vuoi.

Te le ricordo:
- puoi iniziare a fare qualcosa,
- puoi smettere di fare qualcosa,
- puoi fare di più qualcosa,
- puoi fare di meno.

Ecco un paio di cose, in ordine sparso, che io ho deciso di smettere di fare:
- Smetterò di guardare il mio smatphone ogni volta che mi dirà che è arrivata una mail  o un messaggio. Invece di fare la scimmietta ammaestrata farò l’umano saggio. Le ricerche dicono che è meglio controllare la posta ogni 60/90 minuti, invece che continuamente perchè aumenta la produttività. Non ci volevano degli studi, bastava il buon senso ma visto che adesso è scientifico aumenterò la mia produttività e diminuirò lo stress da vibrazione.
- Smetterò di rispettare i momenti canonici per mettermi in contatto con le persone. Invece di mandare un sms generico per augurare buon Natale ai miei contatti, ne manderò uno ogni tanto per farmi sentire o solo per salutare. E magari invece dell’sms faccio una bella telefonata. Breve, intensa e sincera.
- Smetterò di leggere le cose che non mi interessano e/o non mi servono: mail, giornali inutili e così via. Lo stesso farò con la TV e le persone. Meglio occupare i miei neuroni di informazioni utili, divertenti o belle.
- Sul lavoro smetterò di dire di sì per non essere scortese. Dirò di sì se e quando la cosa mi piace e/o è interessante e/o è produttiva. Farò lo stesso nella mia vita privata. Forse diventerò un po’ più antipatico a qualcuno ma va bene. È il mio tempo, sono i miei soldi, è la mia vita e c’è crisi. Bisogna spendere bene.
- Smetterò di complicare le cose. (Questa è tosta da fare). E starò alla lontana da chi le complica. Smetterò di prendermi troppo sul serio. Non ne vale la pena e dopotutto non serve a molto.

Se smetti di fare hai più spazio per altro. Come quando pulisci l’armadio di cose che non metti più. Hai spazio per roba nuova. E a volte tieni lo spazio vuoto, non bisogna mica sempre riempire. Spazio vuoto è comodità.
Che sia un 2012 straordinario! Uno di quegli anni che nemmeno la migliore delle profezie poteva prevedere.

A cura di Claudio Belotti, Coach

Dopo un’influenza la natura ti aiuta con l’Olivello spinoso

postato da Nicoletta Carbone il 10.01.2012
10

Pianta Medicinale ricca di vitamine (soprattutto la C) e di amminoacidi, con un effetto stimolante indicato in caso di affaticamento o in convalescenza . Si presenta spesso sotto forma di succo. L’olivello spinoso è una pianta sempre più conosciuta. Infatti, racchiude una quantità notevole di vitamine e di amminoacidi, rendendola così un frutto raccomandato dai nutrizionisti. Si trova  sottoforma di succo o di sciroppo.

A cura del Dott. Marco Temporin, Medico Chirurgo

L’ACETO… In cucina, ma anche tra i detersivi e nell’armadietto del bagno: una bottiglia di aceto non deve mai mancare!

postato da Nicoletta Carbone il 09.01.2012
09


L’aceto ha una storia antichissima, che risale a circa diecimila anni fa, come dimostrano alcune tracce trovate al’interno di un vaso egizio. Sembra essere stato prodotto per caso da un vino dimenticato in un recipiente aperto: il contatto con l’ossigeno dell’aria e con i batteri presenti nell’ambiente ha lentamente acidificato il vino, attraverso un processo di fermentazione simile a quello che avviene per lo yogurt.
Un buon aceto nasce da un buon vino, ma può essere prodotto da altri alimenti: ad esempio dal sidro di mele (l’aceto di mele), dalla fermentazione del riso integrale (l’acidulato di riso) e dalla fermentazione di un particolare tipo di prugne giapponesi (l’acidulato di umeboshi).
Un tempo l’aceto veniva utilizzato essenzialmente per conservare il cibo. L’ambiente acido, infatti, protegge gli alimenti da ospiti indesiderati. Non solo. Alcuni ortaggi, come i cetrioli per esempio, sono più digeribili se soggiornano per almeno un anno nell’aceto.

 I segreti della nonna
 
- Le verdure avvolte in un canovaccio inumidito con l’aceto si conservano più a lungo. 
- I funghi e le patate sbucciate non anneriscono se immerse in acqua e aceto. 
- I legumi cotti con un cucchiaino di aceto sono più digeribili.
- Per montare rapidamente gli albumi dell’uovo basta aggiungere alcune gocce di aceto.
- Un cucchiaino di aceto esalta il sapore della maionese e la conserva più a lungo. 
- Per rendere più morbida la carne basta immergerla alcuni minuti nell’aceto prima della cottura.
- Si può preparare il formaggio in casa utilizzando alcune gocce di aceto per cagliare il latte. 
 
 Usi domestici dell’aceto

- Per la pulizia di oggetti in vetro e cristallo: mescolare 3 cucchiai di aceto in 1 litro di acqua e lavare. Diventeranno più brillanti. 
- Per sgrassare pentole e piatti: unire al detersivo per i piatti 1 bicchiere di aceto.
- Per eliminare le incrostazioni dei cibi: immergere per una notte le stoviglie in acqua bollente addizionata con 2 bicchieri di aceto.  Per eliminare le incrostazioni della caffettiera, mescolare 2 cucchiai di aceto con 1 cucchiaio di sale fino e strofinare le parti interessate.
- Per togliere il calcare da piatti, pentole, posate e bicchieri: portare a ebollizione 1 litro di acqua con 2 litri di aceto e 3 cucchiai di sale grosso. Immergere le stoviglie e lasciare agire per 12 ore.
- Per la pulizia del frigorifero: mescolare 1 bicchiere di acqua con 2 bicchieri di aceto. In questo modo si eliminano anche gli odori sgradevoli.
Per eliminare il calcare dalla lavatrice: fare un lavaggio a vuoto a 90 gradi con 4 litri di aceto. 
- Per pulire il ferro da stiro: mettere all’interno del ferro una miscela composta da 1 bicchiere di acqua e 1 di aceto. Scaldare il ferro alla massima temperatura per qualche minuto. Quindi lasciare raffreddare completamente e sciacquare. 
- Per la pulizia dei mobili in legno: preparare una miscela di olio di lino e aceto (2 cucchiai di olio di lino e 1 cucchiaio di aceto). 
- Per pulire tappeti e moquette: strofinare con una spugna imbevuta di aceto bianco. L’aceto oltre a sgrassare i tessuti ne ravviva anche i colori. 
- Per gli indumenti in lana: si può utilizzare l’aceto al posto del normale detersivo. Si aggiunge un bicchiere di aceto prima dell’ultimo risciacquo della lavatrice oppure si immergono, per un’ora, gli indumenti in acqua addizionata con 1 bicchiere di aceto. 
- Per eliminare l’odore della vernice: si fa bollire per alcuni minuti acqua e aceto in parti uguali. 
 

Curiosità sull’aceto 

- Per un bagno stimolante: diluire 5 cucchiai di aceto di umeboshi nell’acqua della vasca da bagno. 
- Per le pelli grasse: preparare una maschera con 2 cucchiai di miele e 1 cucchiaino di aceto di mele. Applicare sul viso e lasciare in posa per 10 minuti. Sciacquare con acqua tiepida. 
- Per le pelli secche e arrossate: preparare una maschera con 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci, 1 cucchiaino di aceto di riso e 2 cucchiaini di miele. Applicare sul viso e lasciare in posa per 10 minuti. Sciacquare con acqua tiepida e tamponare con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua di rose.
- Per i capelli grassi: dopo aver lavato i capelli con lo shampoo e averli sciacquati, massaggiarli con acqua e aceto (diluire 1 tazza di aceto in un litro di acqua). Avvolgere i capelli in un asciugamano e tenere in posa per 20 minuti. Quindi sciacquare.
- Per i capelli secchi e con la forfora: prima dello shampoo massaggiare per alcuni minuti i capelli e il cuoio capelluto con una spugna imbevuta di aceto di riso. 
- Come disinfettante per la cute (in mancanza di disinfettanti migliori): passare sulla ferita una garza imbevuta di aceto di vino. Questo rimedio può essere utilizzato anche contro le punture di insetti.
- Contro le infiammazioni gengivali: mettere 2 cucchiai di aceto di vino in 1 bicchiere di acqua e fare alcuni sciacqui più volte al giorno. 
- Contro il mal di denti: mettere in un pentolino 100 ml di aceto con 1 spicchio di aglio. Portare a ebollizione. Lasciare intiepidire e fare alcuni sciacqui. 
- Per aiutare un intestino un po’ pigro: diluire 1 cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere di acqua oligominerale naturale. Bere al mattino prima di colazione. 
- Contro le crisi emicraniche: massaggiare le tempie con un batuffolo di cotone imbevuto di aceto di vino.
- Contro il singhiozzo: succhiare una zolletta di zucchero imbevuta di aceto. 
- Contro la tosse secca e stizzosa: bollire 1 litro di acqua con 2 bicchieri di aceto. Versare in un recipiente e respirare il vapore.

A cura della Dott.ssa Paola Reverso, Medico nutrizionista

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud