Omega-3

postato da Nicoletta Carbone il 30.06.2011
30

Un adeguato apporto di acidi grassi omega-3 durante la gravidanza puó ridurre del 32% il rischio di obesità infantile. Lo afferma una recente ricerca della Harvard Medical School. Lo studio, pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, ha esaminato la relazione fra il tipo di grassi che le madri avevano assunto durante la gravidanza e l’eventuale obesità all’età di 3 anni. Le misure sono state effettuate sia mediante l’indice di massa corporea (BMI), sia  mediante plicometria.
É già noto che il consumo degli acidi grassi omega-3, è associato a diversi benefici per la salute, tra i quali: miglioramento del metabolismo lipidico, prevenzione delle malattie cardiovascolari e riduzione della risposta infiammatoria. Inoltre, è stato osservato che  gli omega-3 riducono i livelli di grassi negli animali che sono stati alimentati attraverso una dieta ricca di grassi.
Studi precedenti, effettuati su animali, hanno trovato che simili squilibri nella quantità  di acidi grassi assunti durante la dieta, favoriscono lo sviluppo del tessuto adiposo. Gli autori notano tuttavia che sono ancora esigui gli studi relativi agli effetti  prodotti nella popolazione.

A cura del Dott. Marco Temporin, Medico Chirurgo, Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

Mirtilli e colesterolo

postato da Nicoletta Carbone il 29.06.2011
29

I mirtilli sono ricchi di vitamina C e altri antiossidanti e per questo sono considerati da tempo un alimento utile a ridurre lo stress ossidativo. Studi recenti hanno però messo in evidenza altre proprietà di questi frutti. In particolare la buccia e le fibre contenute nei mirtilli hanno la capacità di ridurre significativamente il colesterolo e soprattutto le VLDL, le particelle lipidiche più pericolose. Questo effetto sembra esercitarsi tramite un potenziamento di alcuni enzimi come il CYP7A1 a livello epatico. In altre parole l’effetto di correzione del colesterolo avviene attraverso la modulazione della sintesi di bile e di colesterolo stesso nel fegato. E’ bene infatti ricordare che il colesterolo che si misura con le analisi del sangue riflette solo in minima parte il colesterolo assunto con gli alimenti. Per l’80% si tratta di colesterolo prodotto nel fegato. Proprio per questo la modulazione di questa produzione può portare a modificazioni importanti del colesterolo ematico.
Ecco un altro alimento con molteplici proprietà preventive da introdurre nella nostra dieta in particolare seguendo la naturale stagionalità che vede i mirtilli presenti in estate.

A cura del Dott. Filippo Ongaro, Vice-Presidente Associazione Medici Italiani Anti-Aging (AMIA).

A proposito di incontinenza urinaria

postato da Nicoletta Carbone il 28.06.2011
28

Per l’incontinenza urinaria che affligge, di solito non dichiaratamente, moltissime donne, lo Yoga propone un esercizio semplice che si chiama moohla bandha (la contrazione della radice) e che si riferisce a una forte contrazione ritmica degli sfinteri anale e rettale, in successione. Come si può osservare dalle immagini, si inizia sdraiandosi a terra con i glutei molto vicini al muro e le gambe ripiegate contro la parete. Aiutandosi con le mani a terra si solleva il bacino più in alto possibile e contemporaneamente si contraggono ano e retto Sarebbe bene abituarsi a riconoscere distintamente la contrazione di uno e dell’altro mentre, di solito, almeno all’inizio, è difficile distinguere l’attività di uno e dell’altro separatamente. In ogni caso la contrazione deve essere intensa al punto da coinvolgere la muscolatura di tutto il pavimento pelvico. Ora ci si concentra sul respiro,lento e sicuro.Si inspira sulla contrazione, si espira sulla decontrazione. Continuare, continuare, continuare….. Questo esercizio funziona benissimo se lo si esegue, regolarmente , più volte al giorno e continuando fino a quando si può constatare la scomparsa del problema. Ci si abituerà a moohla bandha anche stando normalmente seduti a chiacchierare  o in piedi in fila al supermercato. Nessuno si accorge di quello che stiamo facendo e la nostra muscolatura pelvica ringiovanisce.

A cura di Lisetta Landoni, Presidente Accademia di Kriya Yoga di Milano

Pensieri e sentimenti nella depressione

postato da Nicoletta Carbone il 27.06.2011
27

La depressione rappresenta un serio problema personale e sociale che, specie in questo periodo storico e nelle sue varie e diverse forme, sembra riguardare moltissime persone, direttamente e indirettamente. Inoltre, alcune informazioni sulla depressione potrebbero essere utili sia a chi, pur non soffrendo di depressione vera e propria, si trovi a condividerne anche solo alcune strutture mentali, sia a chi abbia una persona cara presumibilmente affetta da una forma di disturbo dell’umore. Innanzi tutto, uno dei nuclei centrali della depressione è costituito da una sensazione quasi permanente di impegno troppo gravoso e di sforzo sostanzialmente inutile. La depressione è tra l’altro caratterizzata dalla presenza di numerosi schemi mentali specifici, fra i quali: un’eccessiva necessità di approvazione; un’attenzione eccessiva ai temi di valore personale; un senso di ridotta auto-efficacia con emozioni frequenti di sentirsi in trappola; una specifica necessità di ricevere affetto, ma solo se espresso in un modo obbligato (che sta nella mente del soggetto depresso), respingendo l’affetto altrui se manifestato in altre forme. Si associa a questi elementi un atteggiamento verso sé stessi ostile e ipercritico, con giudizi negativi ricorrenti su di sé (sono fiacco, sono cattivo, sono incompetente, sono stupido, ecc..): ma questo atteggiamento tende a rimanere nascosto nelle relazioni sociali. Il dialogo interno, nella mente dei depressi, tende ad essere costituito da un accusatore interno incalzante che critica continuamente un’altra parte di sé sottomessa e impaurita. Da questo dialogo tacito, il soggetto resta sfiancato e abbattuto. In più, si riscontra sovente una caratteristica tendenza all’auto-sufficienza obbligata, per cui le persone sono riluttanti a chiedere aiuto per questi problemi, nella convinzione erronea di dover fare da soli. Stiamo attenti a queste caratteristiche, e tolleriamo la vergogna di parlare di questi eventuali stati d’animo, non solo con amici e familiari che potrebbero aiutarci emotivamente, ma anche e soprattutto con un esperto del campo: facendolo, potremmo cambiare nettamente in meglio la nostra vita.

Nota sulla depressione: trattandosi di un disturbo che può assumere caratteristiche anche gravi, chiunque ritenga di esserne affetto deve parlarne con uno psicoterapeuta, con uno psichiatra o con uno psicologo, o almeno con il medico di famiglia, poiché attualmente è possibile curare efficacemente la depressione attraverso terapie psicologiche e/o farmacologiche.

A cura del Dott. Francesco Aquilar, Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale.

Attenzione e disattenzioni

postato da Nicoletta Carbone il 24.06.2011
24

Quante volte ci è capitato di andare in una stanza e non ricordare cosa dobbiamo fare? Oppure abbiamo chiuso la porta di casa e non ricordiamo di averlo fatto? Qualsiasi attività non automatica che compiamo viene elaborata dal “Sistema Attentivo Supervisore” (SAS).
Questo complesso apparato cognitivo, posizionato prevalentemente nel lobo frontale (dietro la fronte, appunto), costituisce una vera e propria cabina di regia che monitora e governa le nostre azioni intenzionali attraverso l’impiego di una risorsa specifica: l’attenzione.
Questa è limitata ed è molto sensibile a stress, stanchezza, cattiva alimentazione e preoccupazioni. Molto di ciò che consideriamo “dimenticanze” sono in realtà frutto di un mancato monitoraggio del SAS. In questi casi, l’attenzione utilizzata dal SAS per un’attività viene distratta, sottratta, da altre attività concorrenti. Tuttavia, si possono fare due azioni contemporaneamente, grazie all’attenzione “divisa”, ma solo se i due compiti sono diversi, uno attentivo e l’altro automatico. Ad esempio, possiamo conversare al telefono e girare la minestra; parlare e pedalare, ma non è possibile invece parlare attivamente al telefono e contemporaneamente ascoltare le notizie al telegiornale.. Sviluppare e potenziare questa funzione è possibile. Come fare? Intrattenersi con giochi che richiedono di trovare piccoli particolari fra tanti, tipo: puzzle, differenze tra 2 vignette, cercare vetrini sulla spiaggia, foglie particolari o pietre in montagna ecc; ascoltare attentamente le parole delle canzoni o seguire un solo strumento del brano senza distrarsi; contare quante volte vengono citati nomi propri durante un programma televisivo o nel testo di un articolo di giornale, libro, rivista; osservare attentamente i dettagli dei palazzi, delle vetrine ecc., di qualsiasi cosa che ci incuriosisca intorno a noi e non lasciarci rapire dai mille pensieri.

A cura del Dott. Giuseppe Alfredo Iannoccari, Neuropsicologo, Presidente di Assomensana

La fitoteraterapia del Fuoco secondo l’ottica energetica

postato da Nicoletta Carbone il 23.06.2011
23

Secondo la medicina cinese esistono 4 insiemi energetici chiamati Legno, Fuoco Metallo ed Acqua più un quinto la Terra che fa da raccordo. Fra le diverse stagioni  è l’estate che appartiene al Fuoco. A questo insieme appartiene anche il calore, il Sud, e nell’ uomo il Cuore, i vasi sanguigni, il tatto ed il colorito. Insomma ciò di cui ci stiamo occupando è l’estate e come l’ uomo si raccorda (o dovrebbe raccordarsi) con questa. Accanto alla alimentazione di cui abbiamo gia detto in una precedente “pillola” ed è riassumibile nella necessità di utilizzare prevalentemente alimenti freschi (frutta e verdura in primis), idratarsi adeguatamente è importante anche la fitoterapia.
Il fuoco – come detto – è rappresentato dal cuore e le turbe energetiche del Cuore  oltre ai disturbi cardiovascolari sono rappresentate dalle  diverse situazione emozionali (ansia ed agitazione in primis). In questi casi possiamo consigliare 3 piante che appartengono al Fuoco: la lavanda ricca di oli essenziali e polifenoli capace di rilassare sia quando utilizzata in tisana per via orale sia quando utilizzata come olio essenziale nel bagno o nei massaggi. Poi 2 piante su cui si è molto soffermata la ricerca scientifica occidentale: la passiflora ed il Biancospino. Queste 2 piante medicinali, molto maneggevoli, contengono sostanze solubili in acqua e quindi facilmente estraibili anche con sistemi casalinghi (tisane ad esempio). Il biancospino in particolare oltre ad essere rilassante sembra in grado di regolarizzare la pressione non solo nel senso di determinare un lieve abbassamento ma anche di sostenere quelle lievi ipotensioni così frequenti in questo periodo.

A cura del Dott. Corradin, Medico Chirurgo, Docente di Fitoterapia energetica e agopuntura.

L’insalatona

postato da Nicoletta Carbone il 22.06.2011
22

Sono le 6 di pomeriggio, avete mangiato una fetta di crostata e vi sentite in colpa per l’apporto di burro e zucchero che temete di non riuscire a equilibrare con l’attività fisica. Nessun problema. A cena preparatevi un’insalata mista, aggiungete finocchi, carote, oppure broccoli e cavolo bianco, dadini di merluzzo cotto a vapore, condite con poco olio extravergine d’oliva e aceto balsamico e andate a letto presto. La mattina dopo alzatevi 30 minuti prima del solito e andate a correre o fate la cyclette prima di colazione, in questo modo compenserete l’eccesso di zucchero e di grassi saturi del giorno prima e stimolerete il vostro metabolismo nella giornata che è appena iniziata.

A cura della Dott.ssa Paola Reverso, medico nutrizionista e presidente dell’associazione “Il me + te”.

Aiuto, mi ha punto una vespa!

postato da Nicoletta Carbone il 21.06.2011
21

La reazione alla puntura di una vespa varia a seconda della quantità di veleno iniettata e in base alla sensibilità della persona colpita. Di solito compaiono prurito e rossore nella zona colpita e solo nei casi di ipersensibilità si possono verificare reazioni allergiche. Dopo una puntura occorre pulire accuratamente l’area interessata con acqua e sapone e disinfettarla. Per diminuire il dolore sono utili impacchi di acqua fredda e l’applicazione di una crema cortisonica acquistabile in farmacia. Se il gonfiore si estende in atre zone bisogna rivolgersi al Pronto Soccorso.

A cura del Prof. Antonino Di Pietro, Direttore del Servizio di Dermatologia dell’Ospedale di Inzago (MI)

Uva rossa una fonte di antiossidanti

postato da Nicoletta Carbone il 20.06.2011
20

Un nuovo studio francese afferma che, i composti antiossidanti presenti nell’uva rossa, possono prevenire l’accumulo dei grassi nel tessuto muscolare ed hanno un’ influenza positiva sulla risposta insulinica dell’organismo. L’insulina è l’ormone responsabile del metabolismo degli zuccheri e dei grassi.
Secondo i risultati dello studio, riportati sul British Journal of Nutrition, i topi che erano stati alimentati con una dieta ricca di grassi e zuccheri, ma  con il supplemento di polifenoli dell’uva rossa, mostravano un minore accumulo di grassi nel tessuto muscolare.
I ricercatori dell’ Università di Montpellier, Francia, spiegano che le diete ricche di grassi saturati, provocano un peggioramento della resistenza insulinica, per cui le cellule non rispondono adeguatamente ai normali livelli di insulina prodotti dal corpo: questo dato è un indicatore dell’inizio di diabete.

A cura del Dott. Marco Temporin, Medico Chirurgo, Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

I sogni “estivi” e la medicina cinese

postato da Nicoletta Carbone il 17.06.2011
17

Di sogni la medicina cinese se ne è occupata fin dal 4 secolo avanti Cristo (ed anche prima). Comunque sia sono descritti per ogni organo (e quindi per ogni stagione). In particolare nel periodo estivo potrebbero comparire sogni di fuoco, di incendi, di presenza di Fumo. Noi, a questi sogni classici, aggiungiamo i sogni in cui si guida la macchina (e spesso in stradine strette e tortuose). La comparsa di questo tipo di sogni indica che il nostro cuore energetico è un po’ troppo sollecitato e questo potrebbe determinare ansia, agitazione o abbassamenti dell’ umore.
In questi casi “fermarsi” un’ ora dai propri impegni e riflettere sul proprio stile di vita (come ci alimentiamo, la quantità di attività sportiva ecc) e  cercare di capire i piccoli cambiamenti che possiamo apportare non solo modifica i sogni (il bosco o la casa non brucia più) ma attenua anche l’ansia e l’ agitazione.

A cura del Dott. Corradin, Medico Chirurgo, Docente di Fitoterapia energetica e agopuntura.

  • Un esperto per amico




    Attilio Speciani


    Specialista in Allergologia e immunologia clinica

     

    www.eurosalus.com





    Prof. Alberto Luini


    Direttore della divisione di senologia dello IEO






    Tetsugen Serra


    Maestro Zen - Fondatore della Mindfulzen: la Via di Consapevolezza

     

    www.mindfulzen.it

     

    www.monasterozen.it





    Prof. Antonino Di Pietro


    Direttore del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale di Inzago (MI)

     

    www.antoninodipietro.it





    Dott. Francesco Aquilar


    Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivista e Comportamentale

     

    www.aipcos.org





    Claudio Belotti


    Coach

     

    www.claudiobelotti.it





    Luigi Sutera


    Consulente d'immagine






    Giuseppe Alfredo Iannoccari, Ph.D.


    Presidente Assomensana

     

    www.assomensana.it





    Alessandra Rigoni


    Medico Chirurgo specialista in odontoiatria e ortodonzia a Milano






    Dott. Luca Avoledo


    Naturopata ed esperto di ecologia del corpo, nutrizione e salute naturale.

     

    www.lucaavoledo.it

     

    www.studiodinaturopatia.it





    Dott. Fabio Rinaldi


    Specialista in dermatologia e venerologia, Presidente della Fondazione IHRF in Milano.

     

    www.studiorinaldi.com





    Prof. Alessandro Nanussi


    Responsabile del Centro di Gnato-posturologia e dolore cranio-faciale, Osp. S. Gerardo, Clinica Universitaria della Milano-Bicocca. Past president della Società Italiana di Odontostomatologia dello Sport.

     

    www.studiodentisticonanussicoraini.it





    Prof. Marco Temporin


    Medico Chirurgo. Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

     

    www.marcotemporin.it





    Daniele Belloni


    Insegnante di yoga, scrittore e giornalista

     

    www.spazioshanti.org





    Mauro Castiglioni


    Farmacista Cosmetologo esperto in preparazioni Galeniche. Consigliere all'Ordine dei Farmacisti di Milano. Consigliere Nazionale SI.F.A.P. (Società Italiana Farmacista Preparatori






    Andrea Fratter


    Ricercatore, Cosmetologo ed esperto di Nutraceutica
    Docente presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica, SIME di Roma e presso il Corso di Perfezionamento in Farmacia e Farmacologia Cliniche dell’Università di Padova






    Dott.ssa Adele Sparavigna


    Dermatologa a Milano e Monza
    Direttore ricerche cliniche Istituto Derming

     

    www.adelesparavigna.it





    Raffaella Cicogna


    Body&Mind Coach

     

    www.raffaellacicogna.com





    Carlo Cazzaniga


    Artigiano - Artista

     

    https://cutcarlocazzaniga.net/
    artigianeide.wordpress.com





    Ines Seletti


    Presidente Ass. Adas Fidas Parma - Consigliera Ass. Fidas Nazionale con delega alla comunicazione e alle nuove tecnologie - Consigliera Ass. Futura Parma

     

    www.fidas.it

     

    www.adasfidasparma.it


  • Tag Cloud